MUSEO

La Val Resia è una splendida conca, di origine glaciale, situata nell’area nord – orientale del Friuli Venezia Giulia al confine con la Slovenia, è attorniata da una corona di monti la cui principale cima è il Monte Canin (2587 m.) ed è attraversata dal fiume Resia. Le caratteristiche di questa valle per la quale merita una visita, oltre a quelle naturalistiche, sono: il dialetto, il patrimonio narrativo, la danza, la musica e soprattutto il tipico mestiere dell’arrotino, attività che abitualmente esercitavano tanti uomini e giovani della Val Resia, specialmente della frazione di Stolvizza, già dalla fine del XVIII secolo.


Nel lontano passato gli arrotini, si spostavano da una località all’altra con gli arnesi da lavoro racchiusi in una cassetta portata a spalla, poi subentrò il carretto a due ruoteDopo l’ultima guerra la bicicletta sostituì il carretto a due ruote spinto a mano, esso pure attrezzato per il mestiere. L’uso della bicicletta fu un grande passo avanti: si faceva meno fatica a spostarsi e si aveva modo, così, di percorrere un territorio più esteso con più tempo ed occasioni da dedicare al lavoro. Nel passato, gli arrotini resiani si erano portati fino nelle più remote località dell’Europa orientale e meridionale. Così botteghe artigiane sorsero un po’ovunque, nelle città dell’Impero austro-ungarico, nella vecchia Serbia e in Romania. Altri batterono le zone più vicine del Friuli, della Slovenia e della Croazia. Arrotini che non si sono mai fermati, anzi ancora oggi vi sono diversi che praticano ancora questo mestiere. Durante tutto l’anno si possono prenotare presso il Museo i laboratori didattici del progetto “Affiliamo”, dove si possono vedere all’opera questi abili artigiani che affilano sulle tradizionali biciclette gli oggetti taglienti che tutti possono portare da casa per farli risplendere a nuovo.


Con grande entusiasmo accompagnati da tante famiglie di arrotini scomparsi, l’8 agosto 1999 viene inaugurata la prima mostra permanente dell’arrotino sotto la Chiesa di Stolvizza, arricchendosi via via negli anni di numerosi reperti, vecchi macchinari, biciclette, fotografie storiche, creando un’importante realtà museale per la Val Resia. Nel 2005 il Comune di Resia, concede in comodato all’associazione la parte superiore dell’edificio che fino al 1976 ospitava le scuole di Stolvizza.  Sede attuale del Museo dell’Arrotino, unico nel suo genere con un percorso che ripercorre i passaggi storici dalla nascita e sviluppo del mestiere dell’arrotino, concludendosi con le nuove forme di insegnamento. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate in Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cookies a) Il presente sito (di seguito “Sito”) utilizza cookies o marcatori, che tecnicamente sono stringhe di testo che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati e poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Tutti i cookie diversi da quelli tecnici, vengono installati o attivati solo a seguito del consenso espresso dall’utente la prima volta che visita il Sito. Di questo consenso viene tenuta traccia in occasione delle visite successive. Tuttavia, l’utente ha sempre la possibilità di revocare in tutto o in parte il consenso già espresso. b) Il Sito utilizza cookie, sia proprietari che di terze parti, per garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, per raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il Sito stesso e per permettere all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso (cookie tecnici); per fini di profilazione pubblicitaria, per la condivisione sui social network, per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. (cookie di profilazione). Cookie tecnici: Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti. Cookie di profilazione: Con questi cookie possono essere trasmessi all’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online. Nella maggior parte dei casi, le informazioni utilizzate per gli annunci mirati non sono personali in quanto gli utenti non possono essere identificati. Tuttavia, se un fornitore utilizza queste informazioni, l’utente ne sarà stato precedentemente informato attraverso l’informativa sulla privacy del sito web, al momento della registrazione per fruire di un particolare servizio. Cookie di parte terza: Si tratta di cookie gestiti da terze parti (vale a dire un cookie salvato sul vostro browser da una terza parte, ad esempio una rete pubblicitaria diversa dal proprietario di quel determinato sito web). Ciascun browser permette all’utente la disattivazione dei cookie di terze parti (lettera d). c) Cookies utilizzati dal Sito Fonte del Cookie Tipologia Funzione Google Analytics Cookie di terze parti; Cookie di profilazione (non tecnico) Google Analytics utilizza principalmente cookie proprietari per generare i rapporti sulle interazioni dei visitatori con i siti web. Questi cookie vengono utilizzati per memorizzare informazioni che non consentono l'identificazione personale degli utenti. Queste informazioni sono utilizzate allo scopo di tracciare e esaminare l’utilizzo del sito da parte dell’utente, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito e all'utilizzo di Internet. I browser non condividono i cookie proprietari tra vari domini. Google Analytics non condivide i dati sugli indirizzi IP con i clienti. d) Come disabilitare i cookies Generalmente, quasi tutti i browser web sono impostati di default per accettare automaticamente i cookies (ad es. Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla, Firefox, Safari, ecc.). I visitatori/utenti possono comunque gestire le preferenze sui cookie e modificare la configurazione predefinita attraverso il browser. Si informano, tuttavia, gli utenti che la disabilitazione o la cancellazione dei cookies potrebbe precludere la fruizione ottimale di alcune aree del Sito o compromettere l’utilizzo dei servizi sotto autenticazione. Se gli utenti/visitatori vogliono decidere di volta in volta se accettare o meno i cookie, possono anche configurare il proprio browser affinché generi un avviso ogni volta che viene salvato un cookie. L’utente può eliminare i cookie seguendo le istruzioni nei link sottostanti. Ciascun browser presenta infatti procedure diverse per la gestione delle impostazioni. • Internet Explorer: http://support.microsoft.com/kb/278835 • Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it-it • Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265 • Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie • Blackberry: http://docs.blackberry.com/en/smartphone_users/deliverables/32004/Turn_off_cookies_in_the_browser_60_1072866_11.jsp • Android: http://support.google.com/mobile/bin/answer.py?hl=it&answer=169022 • Opera: http://www.opera.com/help/tutorials/security/cookies/

Chiudi