I sindaci studiano l’ipotesi fusione

Riunione a quattro per avviare il possibile iter; invito anche ad altri comuni

CHIUSAFORTE. Incontro propedeutico in municipio, nei giorni scorsi, sulla possibile fusione dei comuni come previsto dalla legge regionale. Promossa dal sindaco Fabrizio Fuccaro, alla riunione hanno partecipato i sindaci di Moggio Udinese, Giorgio Filaferro, di Dogna, Gianfranco Sonego e di Tarvisio, Renato Carlantoni, che hanno ragionato su quanto prevede questa legge che a loro avviso, contrariamente a quella dell’istituzione delle Uti, ha una logica e in proposito su questa ipotesi saranno contattati anche gli altri comuni del comprensorio favorevoli alle aggregazioni, Pontebba, Malborghetto, Resia e Resiutta. La proposta di fusione vuole anche dimostrare la volontà degli enti proponenti di volere gestire in modo unitario le risorse del territorio, costituendo una valida alternativa alle Uti, il cui avvio s’è dimostrato molto problematico. «Soprattutto, la fusione – ha precisato Renato Carlantoni – darebbe la possibilità al nuovo ente di non essere più assoggettato al patto di stabilità che, come è noto, costituisce un freno importante agli investimenti». La fusione, inoltre, permetterebbe al nuovo comune – ha aggiunto Fabrizio Fuccaro – di usufruire di contributi importanti per 5 anni; di creare delle sinergie fra gli enti partecipanti, garantendo una più efficace azione amministrativa con la possibilità di potenziare i servizi a vantaggio della popolazione, residente e non dell’intero territorio. La riorganizzazione, poi, di tutti gli uffici e servizi, è stato ribadito anche da Gianfranco Sonego e Giorgio Filaferro -, comporterà una qualità superiore dell’offerta a vantaggio dell’utente. E tutto ciò garantendo, al comune aderente alla fusione, una rappresentanza per due legislature nell’ambito del nuovo ente, consentendo un collegamento diretto tra popolazione ed il nuovo centro direzionale. Nei propositi di questa collaborazione di valle vi è la volontà di rispettare la storia della Valcanale e del Canal del Ferro e quindi. in futuro, potrebbe ragionare su ipotesi di fusione

realizzabili, una con capofila Tarvisio e l’altra Moggio che sono i comuni, più popolosi collocati agli estremi dell’area e che si sono già messi a disposizione degli enti più piccoli. Chiaramente, ad un prossimo incontro saranno invitati anche gli altri sindaci.
Giancarlo Martina

FONTE http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2016/02/27/news/i-sindaci-studiano-l-ipotesi-fusione-1.13035285?ref=search