Blasonario delle famiglie subalpine

molacasale molacasale1

Mi – N

Le schede sulle famiglie e le altre informazioni identificate con un * sono tratte dal volume Onore Colore Identità, in particolare dalle integrazioni curate da Gustavo Mola di Nomaglio e Roberto Sandri-Giachino. Rimando al libro per ogni ulteriore notizia.
————————-
Mola
(Molla, de la Mola)
(da Carmagnola, in Chieri, Vinovo, Carignano, Torino e Casale) conti di Larizzate, Nomaglio, San Sebastiano; consignori di Beinasco, Ottiglio, Pamparato

(i rami carignanesi)
D’azzurro, alla mola per arrotare, al naturale, con un ramoscello d’alloro, di verde, attraversante in banda, accompagnato da due stelle d’oro

(il ramo di Casale)
D’azzurro, alla mola per arrotare, al naturale, con il capo d’oro, carico di un’aquila, di nero
[Blasonario Casalese e di Ricaldone]

D’argento, a due leoni d’oro, cuciti, affrontat e tenenti una mola al naturale, con la maniglia di nero, coronata d’oro
[di Ricaldone]

FONTE http://www.blasonariosubalpino.it/Pagina6a.html

Elegance Never Fades – Mr. Luigi Quaglia

Mr.-Luigi-Quaglia Mr.-Luigi-Quaglia2 Mr.-Luigi-Quaglia3 Mr.-Luigi-Quaglia4 Mr.-Luigi-Quaglia6 (1) Mr.-Luigi-Quaglia6 Mr.-Luigi-Quaglia7

GWD_EleganceNeverFades Mr. Luigi Quaglia

GWD_EleganceNeverFades Mr. Luigi Quaglia

Mr.-Luigi-Quaglia11 Mr.-Luigi-Quaglia13 Mr.-Luigi-Quaglia14

FashionJanuary 3, 2015

These photos were sent to me as reader tip this morning and I couldn’t be more pleased. I pray that I may be half as put together when I am this age.

Gentlemen’s Wear Daily reports, “We knew about Mr. Luigi Quaglia when his son Lorenzo posted a picture of him on Instagram; his style impressed me a lot, his grey beard, his eyes and smile made the rest.
So during last #Pitti86 Charley had the chance to shoot him and now we share this other exclusive gallery with you fam.”

Luigi wear a People (+) SS15 total look.

See more handsome at gentlemensweardaily.com

FONTE http://accidentalbear.com/elegance-never-fades-mr-luigi-quaglia/

Domani al via l’Antica Fiera di San Gregorio, fra britole giganti, Giauli e … gondole

Valdobbiadene villa cedri gondoleSi aprirà domani, sabato 7 marzo 2015, a Valdobbiadene la nuova edizione dell’Antica Fiera di San Gregorio.

Evento nell’evento sarà la Cittadella dei Taglienti, manifestazione che celebra la tradizione della forgiatura nelle terre dell’Altamarca. Un appuntamento di richiamo internazionale che gli organizzatori hanno voluto ripresentare anche per l’edizione 2015.

Dopo la “britola” più grande del mondo, il tipico coltello della tradizione contadina del territorio che ora ha trovato spazio nell’ala est del parco, quest’anno nel giardino di villa dei Cedri è sbarcata un’antica gondola veneziana. Che cosa c’entra ? Semplice: unisce l’Altamarca ai boschi delle Dolomiti e ai cantieri navali di Venezia.

“Abbiamo voluto mettere al centro di questa edizione l’arte e mestieri del nostro Veneto – spiega Enzo Dieni, organizzatore della Cittadella dei Taglienti – promuovendo un legame forte che stringe idealmente la tradizione del taglio del legname nei boschi del bellunese, trasportato attraverso il Piave, e Venezia con i suoi maestri d’ascia all’Arsenale. Al centro la Via dei Magli dell’Altamarca, dove una tradizione forte di secoli, portava a trasformare i minerali estratti nella valli dell’Agordino e Zoldano in straordinari esempi dell’arte della forgiatura”.

Cuore della manifestazione sarà la giornata di domenica 8 marzo, che vedrà Villa dei Cedri animarsi con il gruppo in costume degli Zattieri di Codissago. Ci saranno anche i “Giauli” delle Dolomiti con Mauro Olivotto, detto “Lampo”, l’artista che sta valorizzando questa tradizionale figura mitica dei boschi cadorini, gnomi mezzi uomini e mezzi albero. Graditi ospiti due “Pope”, come si chiamano i gondolieri veneziani, tra i più longevi: Alessandro Angiolin (78 anni) e Giancarlo Falcier (75), che domenica spiegheranno al pubblico come nascono ancora oggi, secondo antiche tradizioni, le gondole e come si conducono lungo i canali.

Valdobbiadene villa cedri asce
Il tutto accompagnato da duecento espositori, coltellinai, forgiatori e arrotini in arrivo da tutta Europa (Italia, Francia, Ungheria e Svizzera) e persino dagli Stati Uniti, per una manifestazione che ormai si è imposta come punto di riferimento per l’arte delle lame. Intaglio di sculture in legno, falconieri ed esperti di sopravvivenza sulla vita nei boschi faranno da corollario alla gara di lancio di coltelli e asce (disciplina regolamentata dal Coni) con squadre dal Salento al Friuli e persino dalla Svizzera.

A Palazzo Piva, invece, la mostra del coltello artigianale esporrà le straordinarie opere artigianali di 60 coltellieri e particolarmente attese (le iscrizioni sono già chiuse) saranno le lezioni sulla forgiatura del damasco con Rick Dunquerley da Lincoln nel Montana (Usa), maestro della più importante organizzazione mondiale del settore, l’ABS (American Blade Smith).
FONTE http://www.qdpnews.it/index.php/valdobbiadene/5658-domani-al-via-l-antica-fiera-di-san-gregorio